SIAS

Archivio di Stato di Novara

Brusati, famiglia

fondo

Estremi cronologici: 1349 - 1852, con carte dal 1309

Consistenza: bb. 91

Storia archivistica: Nel 1797 il conte Giuseppe Tornielli di Vergano incaricò l'erudito e storico Carlo Francesco Frasconi di riordinare l'archivio famigliare del conte Giuseppe Maria Brusati, che la moglie Celestina Bagliotti, ultima discendente di Alberico, aveva ricevuto in eredità. La contessa, orfana del padre, era stata educata da Ottavia Brusati, anch'ella ultima discendente ed erede del fratello Giuseppe Maria Brusati, che le destinò le sue sostanze nel 1794.
Grazie al matrimonio con Celestina al conte Tornielli pervennero anche le carte della famiglia Bagliotti, che furono inserite da Frasconi nel sistema classificatorio del fondo Brusati. Egli compilò un Inventario analitico per classi in un unico volume, dotato di Indice, che rimane il più completo strumento di consultazione del fondo familiare.
L'archivio è infine pervenuto all'Archivio di Stato di Novara a titolo di deposito dal Comune di Novara, cui appartiene, in data 1/3/1972.

Descrizione: Il fondo contiene documentazione delle due famiglie Brusati e Bagliotti relativa alle seguenti materie: I. Carte antiche (1349-1674) - II. Famiglia e feudo (1499-1790) - III. Controversie esposte per lettere d'appello - IV. Beni - V. Beni con ragioni d'acque unitamente alle liti sostenute per le medesime (1343-1794) - VI. Locazioni di beni (1509-1762) - VII. Censi, mutui, depositi (1498-1794) - VIII. Livelli (1502-1658) - IX. Parrocchia di S. Giulio di Novara (1265-1752) - X. Benefici (1334-1852) (all'interno: Ss.ma Annunziata e S. Maria Egiziaca nella Cattedrale, Chiericato di S. Giulio nella sua chiesa in Novara, Beneficio di S. Giulio o della Decollazione di S. Giovanni Battista nell'insigne chiesa collegiata di S. Gaudenzio, S. Martino, S. Maria della Neve e S. Maria Maddalena nella chiesa parrocchiale di Morghengo, Cappellania di S. Michele di S. Pietro Mosesso e chiericato di S. Michele di Zotico, Cappellania della Beata Vergine del Monserrato in Novara) - XI. Quietanze d'ogni genere (1549-1794) - XII. Liste d'opera mercanti notai (1502-1794) - XIII. Lettere (1496-1794) - XIV. Carte spettanti a persone estere esposte per lettere d'alfabeto - XV. Carte spettanti alla casa Bagliotti. Famiglia - XVI. Bagliotti. Controversie esposte per ordine d'alfabeto - XVII. Bagliotti. Beni (1550-1779) - XVIII. Bagliotti. Censi (1651-1775) - XIX. Tutela della damigella donna Celestina Ellena Camilla Bagliotti del fu d. Alberigo (1779-1790) - XX. Libri mastri delle famiglie Brusati e Bagliotti - Appendice: Carte varie, atti giudiziari, testamenti, vendite, mutui, libro dei raccolti, lettere, ricevute, benefici.
Comprende anche 216 pergamene redatte dall'anno 1309 al 1674, estratte e ora conservate a parte, in quattro delle 91 buste.

Strumenti di ricerca:

La documentazione è stata prodotta da:
  • Brusati per il periodo 1349 - sec. XVIII fine
  • Bagliotti per il periodo 1550 - 1832

La documentazione è conservata da:


Bibliografia:
  • Archivi di famiglie e di persone. Materiali per una guida, II, Lombardia-Sicilia, a cura di G. PESIRI - M. PROCACCIA - I.P. TASCINI - L. VALLONE, Ministero per i beni e le attività culturali, Ufficio centrale per i beni archivistici, 1998, 157
  • N. NICOLA, Una dimora patrizia nei secoli, Novara, Banca Popolare di Novara, 1988
  • G. SILENGO, Storia delle pergamene, in: Novara e la sua diocesi nel medioevo attraverso le pergamene dell'Archivio di Stato, a cura di M. F. BARONI, Novara, Banca Popolare di Novara, 1981, pp. VII-XV
  • G. SILENGO, L'Archivio di Stato di Novara, in «Bollettino storico per la provincia di Novara», 1972, 1, pp. 63-97, in particolare a p. 76

Redazione e revisione:
  • De Franco Davide Bruno, 07/2020, revisione
  • SIAS, 2005/04/14, prima redazione in SIAS