SIAS

Archivio di Stato di Cagliari

Floris Thorel, famiglia

fondo

Estremi cronologici: 1604 - 1940

Consistenza: 445 unità: fascc. 442, buste 3

Storia archivistica: L'archivio Floris Thorel è entrato a far parte del patrimonio documentario dell'Archivio di Stato di Cagliari nel febbraio del 1988, in virtù dell'acquisto effettuato nel gennaio dello stesso anno dalla Direzione Generale per gli Archivi, presso un negozio di antiquariato di Cagliari, che a sua volta lo aveva comprato da un erede dei Floris Thorel.
La documentazione, allora contenuta in due casse, si presentava in totale disordine, ma in apparente stato di buona conservazione; oltre a materiale cartaceo di diversa tipologia e formato erano presenti numerose fotografie, molte delle quali conservate in due preziosi album.
Nel settembre 2004 l'archivio è stato oggetto di una prima descrizione archivistica realizzata durante un tirocinio formativo universitario di tre mesi da parte di due laureande dell'Università degli studi di Cagliari. Alla stesura dell'inventario non è però seguita la cartellinatura e la segnatura, per cui la documentazione, a causa della frequente consultazione, ha perso la corrispondenza con le unità descritte creando non poche difficoltà nelle fasi dell'accesso, del prelievo e della ricollocazione. Si è reso quindi necessario effettuare una verifica puntuale della documentazione, che ha portato all'elaborazione di un nuovo inventario analitico.

Descrizione: L'archivio Floris Thorel contiene corrispondenza di carattere privato e carte prodotte dalla famiglia al fine di amministrare il proprio patrimonio costituito in gran parte da proprietà immobiliari. Tra gli esponenti della famiglia assume rilievo particolare Francesco, figlio di Francesco Floris Franchino e di Elisabetta Thorel, il quale produsse e conservò una grande quantità di documentazione, risultato delle innumerevoli attività a cui si dedicò. L'archivio testimonia altresì il ruolo di podatari ricoperto da tre generazioni di Floris Thorel. Una cospicua parte del complesso è, infatti, relativa al feudo sardo del marchese di Villasor; è presente inoltre documentazione del ducato di Mandas, del marchesato di Villacidro, del marchesato di Orani e del marchesato di Torralba.
Il fondo conserva inoltre documenti relativi alle azioni intraprese in qualità di viceconsole e di console di Spagna a Cagliari, cariche ricoperte da alcuni dei principali esponenti della famiglia tra l'800 e il '900, ulteriore prova degli stretti rapporti creati tra la famiglia e la nobiltà spagnola.

Strumenti di ricerca:

La documentazione è stata prodotta da:

La documentazione è conservata da:


Redazione e revisione:
  • Costa Consuelo, 2017-11-08, integrazione successiva
  • SIAS, 2005-06-23, prima redazione in SIAS